08 / 10 / 2015

Progetti che vincono il tempo: Prunotto

Barolo Riserva Bussia ‘Vigna Colonnello’.

La nuova etichetta per il vino ottenuto dal piccolo prestigioso cru Vigna Colonnello, in località Bussia, rappresenta l’ultima evoluzione di un percorso di archeologia del design, iniziato nell’88 con il recupero di un biglietto da visita aziendale in uso negli anni ‘30.
Seguendo il filo della memoria, la vestizione concepita alla fine degli anni ‘80 per i vini Prunotto si rifaceva ai biglietti da visita eseguiti con stampa litografica (tecnica tradizionale su pietra), che gli agenti dell’azienda distribuivano ai possibili acquirenti. Recuperati e ridisegnati sotto forma di etichetta da SGA, nel rispetto delle font originali, del tipo di carta, del colore e del formato, davano vita a un’immagine classica, elegante, rarefatta e autentica.

Prunotto storici
Le etichette progettate da SGA nel 1988

La semplicità e il rigore, che allora erano prodotti dai caratteri neri sulla carta avorio, vengono attualizzati dalla nuova etichetta che inverte il colore delle scritte sul fondo nero. Pur conservando interamente l’impostazione precedente con composizione a epigrafe centrale, la nuova etichetta è stata ripulita da ogni interferenza, mentre le informazioni relative al vino sono state collocate nella retroetichetta.
Elemento prioritario, subito dopo la firma Prunotto, è il nome della vigna, fra le più prestigiose del Barolo, cui viene data massima enfasi posizionandola a conclusione dell’epigrafe.

Prunotto Vigna Colonnello
Etichetta Barolo Riserva Bussia ‘Vigna Colonnello’

L’etichetta si integra al corpo della bottiglia; consente al testo di emergere dal fondo scuro, di porsi in primo piano, e di armonizzarsi con i riflessi luminosi della brand in rilievo nel vetro.
Il più elevato e corretto posizionamento di questa Riserva è affidato anche ad aspetti più sottili, ma significativi, quali la matericità della carta e la qualità tattile del rilievo applicato alla brand e al nome del vino.
Nonostante siano trascorsi quasi tre decenni e la Prunotto sia stata acquisita da una nuova proprietà, il progetto originario si rivela straordinariamente attuale ed efficace.
Il nuovo progetto per Vigna Colonnello, realizzato in rigorosa coerenza, dimostra che ancora oggi è possibile riallacciarsi agli stessi valori e criteri, producendo un risultato di inequivocabile impatto.

Tag Packaging, Piemonte

Nessun commento

Lascia un commento