01 / 12 / 2017

Galassi celebra il “Trionfo di Dioniso”.

Il progetto di packaging per i vini dell’azienda di Forlì, attinge al patrimonio culturale del territorio per promuoverne la reciproca valorizzazione.

L’obiettivo del progetto per i vini Galassi, era qualificare l’intera gamma con un’identità precisa e distintiva.
Un obiettivo importante, raggiunto senza trascurare alcun passaggio, a partire dalla necessità di identificare, attraverso la delicata fase dell’analisi di marketing strategico da noi realizzata, come prima fase del progetto, i principi aziendali portanti: legame con la propria terra, senso della tradizione e qualità.
Valore, quest’ultimo, sostenuto da un plus molto concreto legato al particolare metodo produttivo dei rossi importanti dell’azienda e basato su un processo naturale che consente la separazione degli acini più maturi da quelli che non lo sono completamente.
Tra i valori emersi dall’analisi che hanno orientato l’esplorazione all’interno della Romagna e delle sue tradizioni vi sono musica, ceramica, artigianato, archeologia ed arti visive.


L’artista Silvia Bennardo ricostruisce un dettaglio del “Trionfo di Dioniso” su un jeroboam da collezione di Sangiovese Superiore Galassi.

Fra le numerose risorse e soluzioni individuate, la scelta si è concentrata su un mosaico di epoca romana dedicato al mito di Dioniso, ricomposto a parete all’interno della Sala V del Museo Archeologico Nazionale di Sarsina.
Opera particolarmente ricca di dettagli e temi decorativi che, estrapolati ad uno ad uno, ora caratterizzano le nuove etichette per rispondere alla volontà di elevare la percezione del valore della brand e dei suoi prodotti e rendere le nuove vestizioni riconoscibili e memorizzabili.

La scelta di prendere come riferimento il celebre mosaico “Trionfo di Dioniso”, ha portato alla nascita di una collaborazione virtuosa tra Galassi e il Museo Archeologico.
A riprova di ciò, l’1 dicembre all’interno della prestigiosa location di Sarsina, è stato tenuto l’evento di presentazione delle nuove vestizioni, ora dotate di una spiccata personalità e pronte a portare in tutto il mondo il celebre mosaico simbolo della cultura romagnola.


Paolo Galassi (ad) e Maurizio Magni (ufficio stampa Cevico).


Da sinistra Fabio Pari (mktg), Marco Denicolò, Guido Ruggerini, Paolo Galassi (ad), Stefano Leardini, Patrick Gentilini, Marco Nannetti (vp), Pierluigi Zama (resp. enologico).

Tag Evento, Packaging, Restyling, Wine strategy

Nessun commento

Lascia un commento